Auto con cambio automatico o manuale. Quale scegliere?

Torna al menù principale                                                                                                           Leggi altri articoli della sezione eventi

Meglio una macchina con cambio automatico o una con cambio manuale? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle due tipologie? Queste sono le domande che si pongono la maggior parte degli automobilisti.

 

Cambio automatico

 

Le macchine con cambio automatico sono vetture prive del pedale della frizione. In queste auto, il cambio della marcia viene effettuato in modo autonomo senza l’intervento del guidatore grazie a dei dispositivi sensibili alla posizione dell’acceleratore. Presentando solo due pedali (acceleratore e freno), permette di guidare utilizzando solo il piede destro.

 

Anche le auto con cambio automatico sono dotate di una leva, ma a differenza di quelle con cambio manuale, questa non presenta le classiche 5 marce. Al loro posto, sono presenti le lettere P, R, N e D, rappresentanti le 4 modalità di guida. La lettera P sta per parcheggio (parking) e deve essere necessariamente inserita per poter rimuovere la chiave dal blocchetto di avviamento. La lettera R indica la retromarcia (reverse), mentre la N sta per folle (neutral). Infine, la D indica la guida (drive) e deve essere inserita per permettere all’auto di scegliere autonomamente la marcia.

 

Vantaggi e svantaggi delle macchine con cambio automatico

 

Presentando solo due pedali invece che tre e variando le marce in autonomia, le vetture con cambio automatico assicurano un maggiore comfort di guida. Inoltre, dato che durante la guida il conducente non deve staccare la mano destra dal volante per cambiare la marcia, questi veicoli garantiscono anche una maggiore sicurezza.

automatico

L’altro lato della medaglia, però, è che queste macchine hanno un costo d’acquisto più elevato rispetto a quelle dotate di cambio manuale (mediamente la differenza è di almeno 1000€). Inoltre, i costi di manutenzione sono anch’essi più elevati nel caso delle auto con cambio automatico poiché richiedono un cambio dell’olio più frequente onde evitare il deterioramento delle componenti interne. Infine, le auto dotate di cambio automatico hanno consumi più elevati rispetto a quelle con cambio manuale, ad eccezione dell’automatico a doppia frizione (DCT).

Tipologie di cambio automatico

Esistono 4 tipologie di cambio automatico.

 

Cambio automatico con convertitore di coppia

Questa tipologia di cambio automatico funziona tramite un convertitore idraulico situato tra motore e ruote che grazie ad una serie di valvole provoca una differenza di pressione di olio che consente il cambio del rapporto. Inizialmente, questo sistema era complesso e costoso, ma la sostituzione di componenti meccaniche con altre elettroniche ha reso il convertitore di coppia più semplice e meno costoso.

 

Cambio robotizzato

automatico

Il cambio robotizzato è un cambio semiautomatico in quanto è il guidatore a scegliere la marcia azionando una leva o i paddles dietro al volante. In questa tipologia di cambio, i rapporti sono meccanici mentre la selezione e l’innesto delle marce passano attraverso una centralina elettronica. Gli innesti delle marce sono molto rapidi ed è per questo che viene montato sulle vetture più sportive.

Cambio a variazione continua (CVT)

 

Il cambio a variazione continua funziona tramite delle pulegge avvolte in una cinghia. In base ai giri del motore, le pulegge si spostano influendo sul diametro della cinghia e quindi sul rapporto di trasmissione. Questo sistema consente un numero infinito di rapporti, migliore efficienza e minori consumi.

 

Cambio a doppia frizione (DCT o DSG)

 

Il cambio a doppia frizione è la tipologia più moderna di cambio automatico ed è caratterizzata da due frizioni: una dedicata ai rapporti pari e l’altra ai rapporti dispari. Entrambe sono collegate a due alberi di trasmissione che ruotano contemporaneamente ingranando i rapporti due alla volta, sebbene la coppia venga inviata solo a quello prescelto. Il DCT è solitamente ritenuto il miglior cambio automatico in quanto garantisce una velocità di cambiata rapidissima e un comfort di guida molto elevato

 

Cambio manuale

Vantaggi e svantaggi delle macchine con cambio manuale

 

Il cambio automatico è solitamente preferito dai cosiddetti puristi perché permette al guidatore di avere pieno controllo su tutte le fasi della cambiata consentendo una guida più dinamica.

manuale

Un altro vantaggio a favore del cambio manuale è sicuramente di tipo economico: sia il prezzo di acquisto che i costi di manutenzione sono infatti più contenuti rispetto a quelli di veicoli dotati di cambio automatico.

Anche i consumi sono mediamente inferiori nelle auto con cambio manuale in quanto la frizione è più precisa rispetto al convertitore di coppia presente nel cambio automatico. Diverso è il caso degli automatici a doppia frizione, i quali hanno consumi pressoché uguali al cambio manuale. Il contro di questi veicoli riguarda, invece, la maggiore attenzione che l’automobilista deve prestare per cambiare manualmente la marcia e il minor comfort di guida.

Scroll to top