Incentivi per le auto ibride 2020. Ecco i modelli più convenienti

Torna al menù principale                                                                                                            Leggi altri articoli della sezione news

Per adeguarsi alla normativa vigente negli altri Paesi europei, il governo italiano ha previsto nella Legge di Bilancio 2019 degli incentivi per spingere gli italiani ad acquistare auto più ecologiche. Per il 2020 l'ecoincentivo è stato rinnovato, ma vediamo nel dettaglio come funziona.

 

Come funziona l’Ecobonus

 

L’Ecobonus si riferisce esclusivamente ai veicoli a quattro ruote progettati per il trasporto di persone e aventi al massimo otto posti oltre al sedile per il conducente. Per usufruire dell’ecoincentivo, sono stati stanziati 200 milioni di euro così suddivisi: 60 milioni di euro per il periodo che va dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2019, 70 milioni di euro per il 2020 e il 31 dicembre 2020 e altri 70 milioni di euro per il 2021. Inoltre, qualora al termine del 2020 risultassero disponibili risorse non utilizzate, queste potranno essere riassegnate per la previsione di spesa del 2021, andando così ad incrementare la disponibilità annuale per quell’anno.

 

Possono giovare dell’Ecobonus le auto elettriche e quelle ibride con emissioni di CO2 pari o inferiori ai 70 g/km e con un prezzo di listino non superiore ai 50.000€+IVA. In particolare, è previsto:

- un bonus di 4.000 euro per le auto che emettono da 0 a 20 g/km, che diventa di 6.000 euro per chi rottama la propria vettura;

- un bonus di 1.500 euro per le auto che emettono da 21 a 70 g/km e che diventa di 2.500 euro con la rottamazione.

In questo modo, è possibile risparmiare dal 3% al 25% rispetto al prezzo di listino.

 

Come funziona la rottamazione

 

Per poter usufruire del bonus legato alla rottamazione, l’auto da rottamare deve essere intestata al soggetto che acquista il nuovo veicolo o a un suo familiare convivente da un periodo uguale o superiore ai 12 mesi. 

rottamazione

Inoltre, nell’atto di acquisto della nuova vettura deve essere espressamente dichiarato che l’auto consegnata è destinata alla rottamazione. Infine, entro quindici giorni dalla data di consegna della nuova vettura, il venditore è obbligato ad avviare la demolizione e a provvedere personalmente alla richiesta di cancellazione per demolizione allo sportello dell’automobilista di quella consegnata.

Incentivi regionali o provinciali

 

L’Ecobonus è cumulabile con gli incentivi di regione e di provincia già in vigore. Godono di incentivi regionali l’Emilia Romagna, la Lombardia e il Friuli Venezia Giulia , mentre sono previsti incentivi provinciali nelle province di Trento e Bolzano.

 

Vetture ibride più convenienti

 

Dato che le auto con emissioni di CO2 al di sotto di 21 g/km sono considerate elettriche pure, per le ibride è previsto uno sconto massimo di 2.500 euro. Inoltre, il limite dei 70 g/km esclude tutte le mild hybrid, ma comprende tutte le auto ibride plug-in attualmente in commercio.

 

Per le auto ibride il criterio di assegnazione degli sconti si basa sulle emissioni: possono godere delle agevolazioni soltanto le auto con emissioni di CO2 tra i 21 e i 70 g/Km, poiché sotto i 21 grammi di CO2 sono ritenute elettriche pure. Potranno beneficiare dell’ecoincentivo:

Hyundai Ioniq

- Hyundai Ioniq, la più economica delle auto a motore ibrido attualmente in commercio, che ha un prezzo di listino di 35.000 euro, ma che grazie all’Ecobonus di 2.500 euro scenderà a 32.500 euro. Per i residenti in Friuli Venezia Giulia, invece, questa vettura costerà solamente 28.500 euro;
- Kia Niro Phev che passa da un prezzo di listino di 36.700 euro a un prezzo scontato di 34.200 euro;
- BMW 225xe che passa da 38.350 euro a 35.850 euro;
- Mini Countryman che costerà solamente 36.600 euro invece che 39.100;

-Toyota Prius Plug-in Hybrid che passa da 41.800 euro a 39.300 euro;

-Kia Optima Phev che costerà 41.500 euro invece che 44.000 euro;

-Kia Optima SW Phev che costerà 43.250 euro;

-Mitsubishi Outlander Phev che passa da 49.900 euro a 47.400 euro;

-Volvo V60 T6 PHEV e Volvo V60 T8 PHEV che costeranno rispettivamente 53.450 euro e 56.500 euro

-Volvo S60 T8 PHEV e BMW 530e che avranno un prezzo di 57.900 euro invece che 60.400.

Scroll to top